L’ ALIMENTAZIONE DELLO SPORTIVO

 

 

L’ alimentazione dello sportivo si basa sul mangiare tutto ciò che non fa male come: verdura,  frutta, latte, alcuni tipi di carne, pochissimi dolci. E’ severamente vietato mangiare cibi molto grassi come: hamburger, fritto, alcuni tipi di dolci.

Poi in pochi la seguono, ma esiste e bisognerebbe seguirla.

Nessuno vuole rinunciare al MC donald, al roadhouse, ecc.

Noi che siamo giovani e in fase di sviluppo dobbiamo sforzarci a mangiare un po’ di tutto e non bisogna diventare vegetariani o ancora peggio vegani; non va bene mangiare sempre carne, ma non va bene mangiare sempre verdura, bisogna trovare una via di mezzo, se no non avrebbero inventato il contorno o, dopo il dolce un bellissimo frutto.

Continua a leggere

Annunci

il baseball

è uno sport di squadra dove due squadre (attacco e difesa ) composte da nove giocatori che si affrontano su un campo a forma di diamante lungo 76,2 m (250 piedi) per le categorie giovanili e per quelle professionistiche dai 97,53 ai 121,92 m. Non vi sono limiti di tempo, il gioco infatti è strutturato da nove a undici inning, al termine delle quali, nel caso di punteggio in parità, si prosegue ad oltranza con gli “extrainning” fino a che una delle due squadre non conclude un inning in vantaggio. Ogni inning è composto da attacco e difesa. Nella prima fase di un inning, detta “parte alta”, attacca la squadra che è fuori casa; Il suo scopo è quello di riuscire a fare più punti possibili, mentre la squadra di casa difende, e cerca di impedire agli avversari di segnare punti. Nella seconda fase avviene esattamente il contrario. Nel caso in cui la squadra di casa sia in vantaggio dopo che è stata giocata la parte alta del nono inning, la partita termina perché la squadra in trasferta ha esaurito le sue possibilità offensive. STORIA Continua a leggere

La musica dei ragazzi

La musica ascoltata dai ragazzi intervistati :

Andrea di 2F ascolta musica POP e TRAP,ma oltre a questi generi ne ascolta anche altri ma dipende soprattutto se gli piace la canzone.

Lucia di 3D ascolta musica POP e la musica classica e quella triste,la sua canzone preferita è Los Angeles.I suoi cantanti preferiti sono: Fedez e Federica Carta.

Francesco di 3D ascolta POP,EDM (musica eletronica) e canzoni italiane . Le sue canzoni preferite sono: Imagenery (canzone italiana),Dans anni 90 di Gabri Ponte.

Anita di 3D ascolta musica POP e canzoni rilassanti , le sue canzoni preferite sono:Lost boy ,this is my fight song e like it.I suoi cantanti preferiti sono: Shawn Mandes, Cardi B e Arianna Grande

Lorenzo di 3D ascolta TRAP e POP , i suoi cantanti preferiti sono Sfera Ebbasta ,Capo Plaza ,XXX TENTACTION. Le sue canzoni prefrite sono Supreme e Ipal.

Martina di 3D ascolta musica POP e TRAP , i suo cantanti preferiti sono Sfera e Fedez,. Le sue canzoni preferite sono : Sciroppo , Che ne sanno i 2000, BRNBQ.

Gioia di 3D ascolta musica POP,classica e anche altri generi

Federico di 3D ascolta musica POP e RAP , i suoi cantanti preferiti sono Fedez , J-AX e Arianna Grande .

GIORNALINO DEL CIBO

Secondo alcune ricerche da parte della scuola abbiamo dedotto che ai ragazzi della scuola piacciono le solite cose come: tirtellini, dolci vari, pizza tagliatelle, riso, ecc.

I dolci sono una delle parti più amate dagli italiani e dagli stranieri che ci sono a scuola.

Le persone che conosco e che ho intervistato, mangiano cibo modenese come: tortellini, dolci, tagliatelle, lasagne e torte. D`estate, naturalmente gelato e per i veri modenesi, il 15 d`agosto tortellini in brodo oppure grigliata mista con patate al forno o fritte, Nella scuola il cibo che non piace a nessuno è la verdura, anche se fa bene.

COMMENTI SULLA MUSICA

Io non ho canzoni preferite e i miei generi preferiti sono; classici e pop. Non ho un cantante preferito perchè ascolto le canzoni senza sapere chi le ha scritte o chi ha cantato. Ascolto le canzoni di amore o quelle che ricordano il passato, mi piace ascoltare le canzoni con cui puoi andare indietro coi tuoi ricordi .

IN POCHE PAROLE TUTTI AMANO GENERI DIVERSI

MUSICA

Il mio genere preferito é il pop, perché mi piace il ritmo e a volte anche per i video che hanno una morale alla fine ,proprio come una storia ,con il lieto fine.E’ il secondo genere più ascoltato dopo il trap, che ha un ritmo molto particolare ma il suo contenuto non é ben accettato da molte persone,perché rispetto al pop nel trap i contenuti non trasmettono un significato positivo. Ma a volte mi viene spontaneo ascoltare altri generi in base alle mie emozioni,non sempre però la musica aiuta ad alzare il morale. Quando sono triste ascolto musica triste e stranamente mi solleva il morale.

Io non ho canzoni preferite , ascolto la musica in generale,però preferisco ascoltare musica classica e POP . Non ho un cantante preferito, perchè preferisco ascoltare diversi cantanti e non rimanere fissa su uno solo. Ascolto canzoni d’amore o quelle che fanno ricordare il passato, così da lanciare un messaggio positivo e fare andare i pensieri indietro nel tempo . Ci sono persone che amano ascoltare il TRAP come “Sfera Ebbasta”, i ragazzi amano ascoltare le sue canzoni . Infatti la maggior parte della mia classe ama ascoltare le sue canzoni . C’è una mia compagna , Sally, che ama ascoltare la musica , le piace ascoltare i cantanti che hanno una voce melodiosa . Anche lei come me non ha un cantante fisso . A me piace ascoltare musica : cinese , inglese, giapponese e a volte francese .

Il ciclismo

Il ciclismo è uno sport che guardando i fatti con estrema e brutale realtà non è molto praticato soprattutto tra i giovani, il fatto è che già partendo da piccolini: G4,G5 (sono delle categorie che vanno a età G4 quarta elementare e G5 quinta / prima media ) ci si getta a pieno nell’ agonismo, già verso la primavera i ragazzi iniziano a fare almeno 2/3 allenamenti da un’ora su cui mezz’ora è composta da riscaldamento con appositi rapporti (comunemente detti marce o nel linguaggio tecnico si va a numeri di denti della corona 52-18). Continua a leggere

Prologo

Era il primo di Gennaio. La famiglia Hope stava viaggiando in treno per tornare a casa dopo una bella vacanza al mare. Katherine, o come la chiamavano tutti Kate, era affacciata al finestrino della cabina. Era una ragazza intorno ai quindici anni, con i capelli castano scuro, lunghi e lisci e gli occhi verde oliva, spenti, tristi; era intelligente e molto curiosa, responsabile e realista: per lei era inutile pensare positivamente, aveva capito come era fatto il mondo, malvagio e crudele. Sulle sue ginocchia era seduta la sorellina di sei anni, Allison. Aveva i capelli biondi raccolti in un codino proprio al centro della testa e aveva gli occhi marroni; non smetteva mai di sorridere, anche quando le cose andavano per il verso sbagliato lei era sempre felice e cercava di trovare sempre l’aspetto positivo delle cose, come del resto ogni bambina, che, come le altre, bramava di essere una principessa e quindi confortare il suo popolo con la sua positività e il suo dolce sorriso. Di fianco a Katherine sedeva sua madre Lydia, una donna sulla quarantina, bionda e con gli occhi castani, proprio uguale a Allison; aveva un sorriso appena accennato per nascondere una lacrima che le stava rigando dolcemente il volto roseo. Teneva la mano di suo marito, Theo, che era uguale a Katherine, tranne per il fatto che aveva dei capelli molto ricci e corti. Aveva l’aria seria e nel frattempo con l’altra mano stava segnando con una matita qualcosa sulla mappa della loro città, logorata dal tempo. Il silenzio regnava nella cabina, tranne per i “WOW” e gli “Oh” che Allison a volte esclamava quando avvistava qualcosa di affascinante fuori dal finestrino, interrompendo la quiete a cui tutti aspiravano.

Dopo qualche fermata arrivarono alla stazione della loro città, la numero 18: le città non avevano più un nome, per semplificare tutto quanto avevano dato un numero a ogni città. Presero gli zaini, le valigie, le borse e poi scesero dal treno con qualche difficoltà, a causa di tutti i bagagli che sbatacchiavano da un lato all’altro del treno, sbattendo contro i passeggeri che sbraitavano “Ehi, state attenti a quello che fate!” oppure “Ma vi sembra il modo?!” e c’era la famiglia Hope che si scusava, compresa Allison, con la sua vocina acuta e stridula. Appena furono fuori dal treno, altra gente li spintonò in fretta e furia per salire sul mezzo, con due valigie per mano e uno zaino sulla schiena, come se qualcuno li stesse inseguendo e non potessero fare altro che scappare.

il calcio

IL CALCIO

Io pratico calcio da quando avevo 5 anni, mio padre già da quando ero piccolo mi ha trasmesso la passione per il calcio dato che lui è molto giovane e tuttora pratica questo sport e mi ha spinto lui verso il mondo del calcio. Siccome mi è sempre piaciuto lo pratico anche ora.
Da quando gioco a calcio ho cambiato tre squadre ovvero limidi,carpi e adesso gioco nel soliera.
Quando gioco a calcio mi sfogo e sto meglio; il calcio è importante sia perché è sempre bene fare sport sia per fare amicizie, per imparare a stare in gruppo e per rispettare le regole.
Il mio giocatore preferito è Cristiano Ronaldo.

Risultati immagini per cristiano ronaldo juve

Soliera e la nostra scuola

Cari lettori del blog della scuola e compagni , eccomi di nuovo qui a scrivervi come avevo promesso la volta scorsa nel mio articolo quando ci siamo salutati.

Oggi vi parlerò di Soliera,il nostro amato paese, dove gran parte di noi vive.

Affronteremo aspetti negativi e positivi,visti dai nostri occhi di cittadini adolescenti , forza che iniziamo…!

Cari ragazzi ora che sono state inaugurate le “vecchie” scuole Sassi , vi siete accorti che il numero di studenti che si reca a scuola da soli è aumentato? Ebbene io sì e questo mi fa molto piacere , ma allo stesso tempo mi sono reso conto di quanto la viabilità del paese , mi dispiace dire forse piu’ correttamente di tutta la nostra cara nazione , sia poco sicura e adatta a noi non automobilisti. Continua a leggere